La Cina, e l’Europa unita per bloccare l’Italia

http://www.royaltea.it/wp-content/uploads/2015/04/mappa-cina-antica-copia1.jpg

La Cina, e l’Europa unita per bloccare l’Italia

Manlio Lo Presti – 13 marzo 2019

Come nel miglior stile degli SPIN DOCTOR scienziati della sovversione, le notizie sono diffuse a grappolo: un periodo c’è la sagra dello spread, un altro abbiamo la sagra della Francia che ci tratta da merde, poi la sagra del ponte di Genova, un altro ancora abbiamo la sagra degli aerei che cadono, adesso abbiamo la sagra del rapporto Italia-Cina.

Se le relazioni in tutto il mondo sono decise dalla Francia, dalla Spagna, dall’Olanda e soprattutto dalla Germania, l’unione europea tace e non ha nulla da ridire.

Accade che l’Italia inizi a delineare una politica estera orientata alla ricerca del proprio consolidamento economico e per questo l’europa è improvvisamente unita per cercare di ostacolare il nostro Paese, mentre è disunita e soprattutto silente ed indifferente sul tema della c.d. immigrazione lasciando l’Italia totalmente da sola!

Anche questo atteggiamento del vecchio continente conferma la volontà di relegare il nostro Paese a ruolo passivo di:

  • Pagatore di altissimi interessi su un debito pubblico che viene criticato dalla Germania e dai suoi satelliti che poi ci guadagnano sopra;
  • Attore servile delle mire egemoniche degli USA alla quale a) deve comprare i costosissimi aerei da combattimento F35; b) deve pagare una quota superiore alla NATO per essere occupata militarmente da ben 164 basi USA esistenti sul territorio nazionale!
  • Sacca razziale del continente grazie alla posizione geografica di primo approdo: su questo tema, il silenzio dell’unione europea è totale e, anzi, del tutto menefreghista.

 

TUTTO CIÒ PREMESSO

 

Il messaggio?

  1. a) L’ITALIA DEVE STRISCIARE E DEVE MORIRE SENZA PERALTRO SPORCARE TROPPO;
  2. b) NON DEVE ROMPERE LE SCATOLE CON LE SUE ASSURDE PRETESE DI ESSERE UN PAESE CON IL DIRITTO DI SCEGLIERE I PROPRI INTERLOCUTORI.

Se l’italietta continua a far finta di niente e, giustamente, camminare con i propri piedi, arrivano, in ordine di apparizione:

  • i consigliori NATO, CIA, NSA, BIRS, FMI, GOLDMAN SACHS, ROTHSCHILD, MICROSOFT, APPLE, Commissione WAYS & MEANS;
  • spread a 500-700 punti;
  • parte qualche “bottarella” improvvisa con la morte per incidente stradale di qualche personaggio in vista;
  • viene incrementata la spinta alle autonomie regionali fino a alla secessione vera e propria del Nordest, della Sicilia e della Sardegna;
  • se gli italici continuano a far finta di non capire, partono gli attentati ai treni, scuole, ospedali, metropolitane, autostrade con migliaia di morti attribuiti inizialmente alle 8 mafie operanti in Italia, ai terroristi islamici, ecc.
  • dulcis in fundo, iniziano manifestazioni di piazza con interruzione di fornitura di alimenti, medicinali e di corrente elettrica su tutto il Paese;
  • deflagrazione di una guerra civile iniziale a bassa intensità poi sempre più distruttiva;
  • STATO DI EMERGENZA che l’effervescente inquilino del Colle de’ noantri autorizzerà molto molto molto volentieri nominando il VI, VII, VII, IX Presidente del consiglio non eletto che avrà il compito di:
  • Terminare le vendite delle imprese, ora bloccate da questo governo di populisti demmerda, ignoranti che devono essere internati in campi di rieducazione di massa stile Cina maoista;
  • Radere al suolo gli ulivi pugliesi con le aree desertificate risultanti da utilizzare come primo approdo degli sbarchi di c.d. immigrati;
  • Riaprire i porti, per accogliere una prima ondata di 2.000.000 di nordafricani disponibili a lavorare a 3 euro al giorno
  1. a) per il beneficio degli industriali,
  2. b) soprattutto in favore del sistema di ONG, case-famiglia, Coop, vaticano, 8 mafie, partiti di opposizione, scafisti, trafficanti di armi, di cocaina, di denaro sporco imballato in sacchi, di terroristi, di epidemie di malattie scomparse in Italia dagli anni 50, ecc. ecc. ecc. ecc.
  3. c) riaprire (MOTIVO VERO) il titanico flusso di guadagni di circa 12.000.000.000 di euro con l’immigrazione finanziata dall’UE e dalle leggi italiane
  • incrementare lo stato di caos nel Paese
  • ristabilire governi di sinistra con gente di cultura non demmerda, focalizzati alla realizzazione di pacchetti ultraliberali e alla ulteriore marginalizzazione della popolazione;
  • dimezzamento delle pensioni e dei salari. In assenza di incrementi retributivi, saranno affettuosamente concessi alla popolazione stremata prestiti personali con un TAEG al 17 percento: indebitare vuol dire asservire e pignorare le case di proprietà ai morosi!!!!!!!!!!!
  • Spostamento progressivo dei risparmi italiani – pari a circa 200.000 miliardi – verso banche franco-tedesche-svizzere. Le fusioni bancarie di questi anni hanno avuto e avranno questa funzione.

Tutto questo armamentario sarà immediatamente attivabile perché l’italietta ha avuto la sfacciataggine di cercarsi altrove una possibilità di sviluppo economico che questa europa a trazione franco-germanica non consente POLITICHE ECONOMICHE DI SVILUPPO a causa delle sue ossessive politiche depressive monetaristiche a salvaguardia di una moneta che non è tale, non è partecipata dai popoli europei ma è di fatto gestita da apparati residenti in Germania e attenti all’equilibrio dell’euro.

Una politica assassina che ha finora comportato una disoccupazione di 50.000.000 di persone elevabili a 75.000.000 con le imminenti robotizzazioni!

 

P.Q.M.

 

Ancora una volta, va constatato che questa unione europea getta la maschera e fa capire molto bene come vede l’Italia: serva e sacca razziale.

Uscire da questo incubo comporterà rischi molto alti, fino allo sterminio della popolazione nazionale mediante le tecniche di sovversione sopra elencate.

 

Ne riparleremo … purtroppo molto presto!

Be the first to comment

Leave a Reply